martedì 31 ottobre 2017

SO' SSAGLIUTA MPARAVISO - Silvana Famiani


Silvana Famiani
SO SAGLIUTA MPARAVISO
Pulcinellata
Con versi dalla metrica incalzante, ironici e amari, l'Autrice affronta, in questo suo lavoro, tematiche sociali a tutto tondo. Colpita dall'ingiustizia sociale che regna in questo mondo, Sivana Famiani fa un parallelo tra chi s'ingozza anche del superfluo e tra chi "se more 'e famma". Pretesto, il suo, per denunciare guerre e soprusi dei potenti della Terra i quali, per accaparrare molto più del necessario, no esitano a opprimere e sopprimere i più deboli. L'indignazione è tale che l'Autrice, con un superbo volo di fantasia, emula nientemeno che l'Alighieri e decide di andare, sua sponte, a chiedere giustizia direttamente al Padre Eterno. Gustosissimo poema dove, tra l'ironia, la sagacità e la vis verbale squisitamente partenopee, traspare tutta la ferma volontà di una donna coraggiosa che denuncia le illogicità e le brutture di questo mondo. Accanto al divertimento quindi la lettura fantasiosa e accattivante dei suoi versi c'è la riflessione e l'invito al cambiamento.




Edizioni 2017
Collana Le Parole della Sibylla
Euro 12,00 
ISBN 9788899114756

IL CIBO RACCONTA NAPOLI - Yvonne Carbonaro



Yvonne Carbonaro
IL CIBO RACCONTA NAPOLI
L’alimentazione dei napoletani attraverso i secoli fino ad oggi
Il cibo racconta la storia e le leggende, gli usi, i costumi e i gusti di un popolo. Tra le cucine delle varie regioni italiane quella napoletana affonda le sue origini in radici antichissime come antichissima è la storia delle genti che hanno occupato questo luogo splendido, spesso e a lungo conteso. Si propone qui un compendio del percorso nei secoli dell’alimentazione a Napoli intesa come collegamento tra generazioni, così da ricostruire il filo di memorie e cultura che lega i vari momenti della civiltà del mangiare. Per la ricostruzione si è fatto riferimento sia ai manuali classici, sia ai testi letterari, incluse le canzoni napoletane e anche alle leggende tramandate nel tempo.
Ne è nato quasi un romanzo storico in cui protagonista è la città e dove i personaggi - re, principesse, cuochi, gastronomi e poeti, insieme alla popolazione - narrano, direttamente o indirettamente, di fastosi banchetti o poveri cibi che ancora oggi ritroviamo sulle nostre tavole. Pulci definì con disprezzo “mangiafoglie” i napoletani, con altrettanto disprezzo, chiamati “mangiamaccheroni”, ma alla fine pietanze tipiche napoletane come la pasta e la pizza sono diventate patrimonio della gastronomia italiana e internazionale e, insieme alle “foglie”, fondamenti della “dieta mediterranea”. È dunque legittimo rapportarsi all’orgoglio di appartenenza ad una civiltà talmente profonda, articolata e raffinata da aver generato, insieme a tante grandi forme di arte, anche quella d’una cucina di alta qualità.

Edizioni 2017
Collana Storia
Euro 18,00
ISBN 9788899114732

PINO DANIELE - Jacopo Ottenga Barattucci



Jacopo Ottenga Barattucci
PINO DANIELE
Dove tutto ha senso c'è sentimento
Analizzando in modo strutturale e toccante l’intero sfaccettato percorso musicale ed esistenziale di Pino Daniele, l’autore pone in rilievo come esso sia segnato da un compromesso fattivo, un modus vivendi nel senso più costruttivo, tra amore viscerale per la terra d’origine e aspirazione a diventare cittadino del mondo, tra “napoletanità” che si porta appresso secoli di tradizione e apertura totale a ogni innovazione, tra appocundria e alleria, tra “tarumbò”, blues e world music, tra canzone di massa, pur con contenuti di denuncia politica, e musica colta. Le apparenti antinomie trovano allora una propria logica, in particolare se si considera che a condurre l’artista è sempre e comunque un “sentimento” consapevole, non solo specchio dell’animo, ma espressione di valutazioni ed intenti. L’obiettivo al contrario è sempre uno e ben definito: conservare la propria identità pur compenetrandosi in quel villaggio globale che amalgama proficuamente, o perlomeno dovrebbe, diversità, ideali e risorse.



Edizioni 2017
Collana Musica
Euro 12,00


ISBN 9788899114725

PEPPINO DE FILIPPO - Ciro Borrelli



Ciro Borrelli
PEPPINO DE FILIPPO
Tra palcoscenico e cinepresa
Prefazione di GIUSEPPINA SCOGNAMIGLIO
Saggio o meglio omaggio a Peppino De Filippo, uno dei maggiori interpreti teatrali e cinematografici del secolo scorso. L’opera si compone di sette parti. La prima è una biografia sull’attore, la seconda concerne il rapporto artistico, e non solo, che Peppino ebbe con i due fratelli, in particolare con Eduardo, dalle prime collaborazioni fino alla morte. Nella terza parte vengono esaminate cinque pellicole, poco conosciute, dove Peppino è coprotagonista, e non spalla, come nella maggior parte dei film in cui ha recitato. La quarta verte sulla carriera teatrale: qui vengono esaminate tre opere che rappresentano l’evoluzione e la mutazione artistica del De Filippo, dagli anni giovanili alla maturità. La quinta parte è dedicata alla maschera di Pappagone, nella sesta vengono riportati stralci di articoli di giornali pubblicati all’indomani della morte di Peppino. La settima parte, infine, raccoglie interviste a personaggi che hanno conosciuto o lavorato con l’artista.   



Edizioni 2017
Euro 18,00
Collana SERIE ORO - TEATRO 
ISBN 9788899114794

FIGLIO 'E 'NTROCCHIA - Luciano Galassi

Luciano Galassi
FIGLIO 'E 'NTROCCHIA
Una selezione di modi dire napoletani
Un’altra “stazione” di quel viaggio affascinante che Luciano Galassi ha iniziato nel 2008 con i Wellerismi napoletani e che, libro dopo libro, lo ha portato a tracciare i segmenti essenziali di una mappa dei tòpoi del patrimonio culturale partenopeo. 
In questo volume, attraverso una selezione di modi di dire partenopei, si vanno ad approfondire temi relativi alla figura di Mastuggiorgio (è esistito o no?) e alla cura della pazzia a Napoli nei secoli XVI e XVII o alla reale esistenza del bastone di San Giuseppe (la mazzarella) presso l’istituzione di San Giuseppe dei Nudi o alla pratica di far denudare le natiche al debitore insolvente nel rito di rinuncia dei suoi beni in favore dei creditori (modalità nota nel popolo come zita bona), per citarne solo alcuni.     
Mai come in questo libro al linguista affidabile si è unito il ricercatore (ci è stato vietato di usare la parola “storico”) puntiglioso e scrupoloso nelle verifiche, e ciò, come nei ricordati casi di Mastuggiorgio e della mazzarella di San Giuseppe, ha determinato dei veri e propri colpi giornalistici con l’approdo a verità mai prima d’ora svelate.



Edizioni 2017 
Collana All'ombra del Vulcano
Euro 15,00
ISBN 9788899114770

PITTURE - Claudio Tia


Claudio Tia
PITTURE
A dieci anni dalla prima raccolta poetica, PITTURE, pubblicata in occasione del sessantesimo compleanno, Tia si cimenta in una nuova silloge di poesie scritte in questo lasso di tempo: oggi come allora, l’intento è quello di tratteggiare, quasi dipingere appunto, momenti personali, frammenti di vita ed emozioni tutte legate alla sfera della famiglia e degli affetti più cari.


Edizioni 2017
Collana Le Parole Della Sibylla
Euro 12,00
ISBN 9788899114763


martedì 3 ottobre 2017

ARTEMISIA E GLI OCCHI DEL DIAVOLO - Bruno Sacco


Bruno Sacco
ARTEMISIA
e gli occhi del diavolo
È la primavera del 1630. Artemisia, già nota altrove per il suo talento di pittrice e per la sua bellezza, raggiunge Napoli sulle orme del suo mito Caravaggio per tentare nuove esperienze d’arte e di vita. Scopre una città traboccante di fervore culturale e di talenti artistici, ma anche preda di una triste decadenza economica e sociale; un crogiuolo vivente di stridenti contraddizioni: lussuosi palazzi nobiliari e squallidi vicoli, fasto e miseria, luminose distese di mare e sotterranei tenebrosi, incontri imprevedibili e inspiegabili apparizioni, superstizione e intelligenza critica, illusioni d’amore e torbide manovre di satanismi.
Una stagione vissuta con intensità e passione da una donna sensibile e anticonformista, che cerca disperatamente di scacciare dalla propria coscienza i fantasmi di un passato controverso e che nel legame con un giovane nobile di origine spagnola s’illude di poter recuperare una fruizione dell’esperienza amorosa stroncata nell’adolescenza. Il passato le si ritorcerà ancora contro, mettendo a dura prova la sua dignità di donna e di artista.