martedì 3 maggio 2016

L'ODORE DI ISTANBUL - Julio Baquero Cruz

Titolo originale
El viaje de un nihilista (Menoscuarto, 2009)

“Ayran, ayran, ayran, ayran... Mi perdevo nelle sillabe, nelle immagini, nei ricordi di tutte le volte che avevo attraversato il Marmara, che era come attraversare l’anima, la mia e quella di tutte le cose. Il sole era appena tramontato. Il mare si confondeva con il cielo, fusi in un’unica sostanza. I gabbiani volavano impazziti intorno al vaporetto. Ayran, ayran, ayran, ayran... Tutto, assolutamente tutto vorticava in una pazzia gioiosa nella quale mi perdevo. Brezza ubriaca, leggera, leggerezza del cuore. Pieno, pieno di luce, pieno di aria, pieno di senso, privo di senso, pazzo come i gabbiani, ayran, ayran, ayran, ayran, il vaporetto pazzo arrivava a Karaköy.”
Mentre nel suo Viaggio sentimentale Sterne ci parla delle evanescenti cose del cuore e Magris nel Danubio fa mostra della sua cultura centroeuropea, nell’Odore di Istanbul Baquero Cruz passa in punta di piedi sulla cultura delle città che attraversa e sulle storie d’amore che gli si offrono. Con una scrittura accurata e onesta, Baquero Cruz ci racconta una storia non per costruire una architettura ma per mostrarci che non c’è nessuna
architettura da comporre, perché la realtà è molto più potente di qualsiasi costruzione mentale. E questo mi sembra ammirevole.

Pablo d’Ors, La scrittura come stile di vita, Turia

COLLANA Sherazade
PREZZO € 14,00
ISBN 9788899114329
FORMATO 15x21
COPERTINA con alette
PAGINE 158

Kairós Edizioni – Via Bisignano, 11/B - 80121 Napoli
081 290768 - e-mail kairosedizioni@virgilio.it – web www.edizionikairos.it






Etichette: , ,

0 Comments:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page